Trattamento acciaio inossidabile

GLI ACCIAI INOSSIDABILI

 I metalli e le leghe sono suddivisi in due sottogruppi:

– ferrosi

– non ferrosi

Le leghe ferrose, che sono costituite essenzialmente dalle leghe ferro-carbonio,includono gli acciai e le ghise.

Per acciai si intende una famiglia di leghe ferro-carbonio contenenti meno del 2.0% di carbonio e le cui proprieta’ sono determinate principalmente dal tenore di carbonio.

Si possono quindi classificare gli acciai in base alla loro composizione chimica,in base ai vari processi di fabbricazione o in base alle caratteristiche  meccaniche o all’impiego. Se ci riferiamo alla composizione chimica possiamo distinguere gli acciai in:

 

  1. acciai al solo carbonio
  2. acciai legati

Se invece ci riferiamo al loro utilizzo pratico possiamo lavorare su cinque categorie indipendentemente dalla composizione chimica:

  1.  acciai da costruzione in uso generale
  2. acciai speciali da costruzione
  3. acciai da utensili
  4. acciai inossidabili
  5. acciai per usi particolari

Concentriamoci sugli acciai inossidabili,per i quali intendiamo tutte quelle leghe ferro-cromo o ferro-cromo-nichel con contenuti di cromo dal 12 al 30% e la percentuale di nichel dallo 0.0 al 35%,e la cui caratteristica principale è la resistenza  alla corrosione (inossidabilita’).

Abbiamo detto che la principale proprieta’ degli acciai inossidabili  è la resistenza alla corrosione ,questa proprieta’ e dovuta alla capacita’ di passivarsi in condizioni ossidanti,ovvero riescono a formare sulla loro superficie una tenace pellicola di ossidi,di dimensioni molto sottili,micron.

Lo strato passivo su un metallo e in particola modo sull’acciaio inox si forma come abbiamo detto da solo, ma ci vuole un certo periodo di tempo e condizione ambientali idonee, per accellerare questo processo  si puo’ ricorrere alla via elettrochimica  oppure al processo chimico.

Raramente si ricorre alla passivazione elettrochimica ,sia per la macchinosita’ del processo e soprattutto dei costi di esercizio degli impianti,mentre la passivazione chimica rappresenta un metodo semplice e dai costi contenuti.

 

TRATTAMENTI DI SUPERFICIE

L’acciaio inox presenta eccezionale caratteristiche sia meccaniche che chimiche che lo rendono utilizzabile  in moltissimi campi: zootecnico,alimentare, farmaceutico ,oleario e vinicolo, arredamento etc etc.

Spesso pero’ i suoi utilizzatori danno piu’ importanza alla lavorazione che non ai trattamenti di finitura,trascurando cosi’ l’importanza  di questi passaggiche sono importanti per riportare il materiale alle sue originali caratteristiche di durata nel tempo e inossidabilita’.

I trattamenti che noi consigliamo dopo la lavorazione meccanica  sono tutti trattamenti superficiali  e sono:SGRASSAGGIO-DECAPAGGIO-PASSIVAZIONE.

SGRASSAGGIO

DECAPAGGIO

LA PASSIVAZIONE

E’ chiaro che a parita’ di ambiente, un prodotto sgrassato,decapato e passivato, resistera’  piu’ di un altro che non ha subito un trattamento chimico adeguato.